top of page
Mauro Manco 3 Liguria Vintage.jpg

MAURO MANCO

Ancora 1
32587413_10213610052864132_2889932362169188352_n.jpg

Biografia ed Opere

Mauro Manco, nato in Svizzera nel 1966, fin da piccolo inizia a giocare con la macchina fotografica del padre fino a trasformare la sua passione in professione negli anni ’90. Nel 2004 incontra il maestro Renzo Borella, pittore spezzino, e frequenta la sua bottega d’arte per 7 anni dove impara le tecniche della pittura ed inizia a sperimentare la contaminazione del linguaggio pittorico con quello fotografico. Il risultato è una fusione che gli fa abbandonare la bidimensionalità della tela in favore di opere tridimensionali che, staccandosi dalla superficie piana, invitano l’osservatore a ruotare intorno all’opera e a cercare nuove dimensioni e nuove prospettive suggerite dalla luce e dalle ombre variabili in funzione del diverso punto di osservazione. 

Nel 2008, con la mostra “Lacerazioni” tenutasi a Casté di Ricco’ del Golfo (SP), dimostra una spiccata propensione verso la dimensione performativa ed installativa. In quella sede incantò il pubblico con una solo exhibition in cui la sua talentuosa personalità si disvelava in una inedita piece teatrale così come nelle sue opere pittoriche, nelle sue sculture e nelle installazioni sonore e visive strategicamente collocate in spazi privati e pubblici del borgo concepito come un’ideale cornice.

Nel 2009, nel corso dell’esperienza collettiva di “Emergenze 7” presso lo stabilimento della Ex Ceramica Vaccari, Manco sviluppa un suo personale percorso che ha nell’eleganza la sua cifra stilistica.

Le sue opere, caratterizzate da un frequente utilizzo di materiali di recupero, manifestano grazia, sobrietà e un rigore stilistico tutto improntato alla ricerca dell’essenza.

“Essenziali sono i colori usati: il rosso, il bianco e il nero. Essenziali le forme ricercate sia nelle sue sculture che nelle opere pittoriche in cui la tridimensionalità è il tratto caratterizzante. Essenziale la ricerca e la sublimazione di una personale idea di  
raffinatezza anche nell’utilizzo di materiali poveri, nel ferro, nella carta, nel materiale riciclato, nei tagli e negli strappi che contraddistinguono molti dei suoi lavori. Essenziale l’astrattismo delle sue forme che si fondono nella purezza delle sue geometrie”. 

Negli anni successivi continua il personale percorso nei diversi settori delle arti visive dalla fotografia alla grafica alla scultura passando al design di mobili esposti al Salone Internazionale del mobile di Milano.

Nel 2013, in occasione del centenario di fondazione dell’Aviazione Navale della Marina Militare progetta e realizza un monumento dedicato ai caduti per la Stazione Elicotteri della Marina Militare di Luni.

A Castè di Riccò del Golfo (SP), nel suo atelier/abitazione sono visibili le sue opere più recenti e lungo le vie del borgo, sono esposti i suoi lavori in legno e ferro. Le opere di Manco, insieme a quelle di altri artisti che, dopo aver esposto nel piccolo borgo dell’entroterra spezzino hanno deciso di lasciare in permanenza alcuni dei loro lavori realizzati site-specific, hanno trasformato il paese in un affascinante luogo di esposizione en plein air.

La nuova collaborazione con Liguria Vintage ha permesso di realizzare una collezione Green firmata e numerata dall’artista Manco

Galleria

bottom of page